Uno

UNO

dai 4 anni

uno spettacolo di Fabrizio Pallara e Dario Garofalo
regia, scene e luci Fabrizio Pallara
con Dario Garofalo
consulenza all’utilizzo dei materiali di recupero associazione culturale “La luna al guinzaglio”, Potenza
con il sostegno di
associazione culturale “Duncan 3.0”, Roma
Kilowatt Festival, Comune di Pieve S. Stefano (AR)
Mazzilli srl, DADAS srl

Spettacolo vincitore Premio
FIT/ Festival Internazionale del Teatro
L’Altro Festival – Sezione Teatro Ragazzi

Finalista Premio
EXTRA
Segnali dalla nuova scena italiana

C’è splendore
in ogni cosa, io l’ho visto.
Io ora lo vedo di più
C’è splendore.
Non avere paura.
Mariangela Gualtieri


La scena è una discarica: un vecchio cestello della lavatrice, un treppiedi per ventilatore, un paio di vecchie ciabatte, un ombrellone, un lenzuolo, delle calze bucate.
Uno è in cerca di cibo ma non trova niente da mangiare, attorno a sé solo brutti oggetti non commestibili, apparentemente inutilizzabili, nulla che lo soddisfi. Uno non riesce a vedere…
Lentamente la natura meravigliosa di quegli oggetti si svela davanti ai suoi occhi e così comincia un gioco, un canto di gioia, un canto della bellezza che viene dalla bruttezza, un inno alla capacità di sognare. Appare un bruco, una pericolosissima tarantola, due giraffe-zebre, un pianoforte multicolore, un bagno caldo, un re, una donna bellissima.
Uno, senza aver bisogno di parole, scortica la realtà e ne fa sogno, musica e danza, ne fa delicato vento che solleva e dondola gli occhi di chi guarda.
Un viaggio di crescita, una ricerca di equilibrio tra i sogni e la realtà, i desideri e le necessità.
Lo spettacolo, rivolto ad un pubblico di tutte le età, vuole risvegliare la capacità di vedere il mondo con occhi diversi, trasformare “ciò che è” in “ciò che potrebbe essere” e scoprire la meraviglia insita nelle cose. In quest’ottica restituisce uno stimolo verso la conoscenza e l’esplorazione degli oggetti valorizzandone un riuso creativo nel rispetto dell’ambiente.


Share:
Creato da Davide Teoli